direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Londra la commemorazione dello chef Antonio Carluccio

EVENTI

All’Ambasciata d’Italia un’iniziativa in ricordo dell’”ambasciatore del gusto”, nativo della costiera amalfitana e per oltre 50 anni operativo a Londra, e la presentazione della Fondazione a lui intitolata

 

LONDRA – Si è svolto all’Ambasciata d’Italia a Londra un evento commemorativo in onore dello chef Antonio Carluccio, scomparso il 7 novembre scorso. Nel corso dell’iniziativa sono state ricordate la vita e il lavoro dello chef ed è stata presentata la neonata fondazione benefica Antonio Carluccio Foundation.

L’ambasciatore Raffaele Trombetta ha ricordato il suo incontro con lo chef, avvenuto in occasione della sua prima missione a Londra in qualità di console, definendolo un “ambasciatore del gusto”.

Antonio Carluccio, chef, ristoratore ed esperto di cucina, lavorava a Londra da oltre cinquanta anni ed era considerato uno dei principali ambasciatori culinari italiani. Nativo della costiera amalfitana, Carluccio sbarcò in Gran Bretagna nel 1971 da dove non si è più mosso. A partire dal 1991, Antonio e la moglie aprirono il primo Carluccio’s, l’inizio di una catena di caffè-ristoranti che hanno reso popolare la gastronomia italiana di qualità.

Nel 1998 è stato insignito con il titolo di Commendatore da parte del Presidente della Repubblica per i servizi resi, seguito nel 2007 dal titolo di OBE riconosciutogli dalla Regina d’Inghilterra. Infine, nel 2012 aveva ricevuto il premio alla carriera per alti meriti nel settore gastronomico-culinario.

Presenti all’evento 170 ospiti, tra i quali lo chef francese Raymond Blanc e l’attore britannico Robert Powell.

Dopo il discorso di benvenuto dell’ambasciatore Trombetta, Powell ha letto un estratto dal “Signor Porcini e Mme Chanterelle”, libro finora non pubblicato di Carluccio e ha introdotto un video di presentazione della vita e degli ingenti risultati raggiunti dal protagonista della serata. Per concludere lo scrittore statunitense Steven Berry ha presentato la Antonio Carluccio Foundation, che ha come obiettivo quello di combattere la fame nel mondo e di fornire le risorse e il know how per aiutare giovani cuochi provenienti da ambienti svantaggiati ad affermarsi nei settori enogastronomico ed alberghiero. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes