direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Johannesburg il South Africa-Italy Summit

RETE DIPLOMATICA

Quinta edizione organizzata dal think tank The European House-Ambrosetti

 

PRETORIA – Si è svolta questa settimana a Johannesburg la quinta edizione del South Africa-Italy Summit organizzata dal think tank The European House-Ambrosetti. Il Summit – evidenzia l’Ambasciata d’Italia a Pretoria –  è diventato ormai un punto di riferimento stabile nel panorama economico locale e uno dei principali forum economici dell’area, tanto da avere progressivamente allargato la propria portata all’intera regione: oltre 250 rappresentanti di aziende, università, centri di ricerca e istituzioni pubbliche italiane, sudafricane, europee e di altri Paesi hanno potuto discutere le prospettive di crescita, di collaborazione e di investimento in Africa meridionale.

Il Summit, aperto dall’ambasciatore d’Italia Pietro Giovanni Donnici e dal ceo di TEH-Ambrosetti Valerio De Molli, ha esplorato nel corso di due giorni temi strategici per lo sviluppo dei rapporti economici tra Italia e Sudafrica e le due rispettive regioni: dagli strumenti finanziari utili a rafforzare le possibilità di investimento in Africa alle possibilità di sviluppo di trasporti e logistica, dalle tecnologie smart per le città del futuro alle evoluzioni del settore turistico, dall’importanza degli investimenti nel capitale umano per affrontare l’industria 4.0 alla collaborazione scientifica e tra università.

Al Summit sono intervenuti, tra gli altri, il vice ministro italiano dell’Istruzione Università e Ricerca Lorenzo Fioramonti, l’ex ministro delle Finanze e attuale inviato speciale del presidente Ramaphosa per gli investimenti Trevor Manuel, il ministro dei Trasporti del Sudafrica Blade Nzimande, il direttore generale della Cooperazione Internazionale e Sviluppo della Commissione Ue Stefano Manservisi, il premier della Provincia del Gauteng (hub industriale del Sudafrica e del continente e principale partner nell’organizzazione del Summit) David Makhura, il vice presidente di Eni Lapo Pistelli, il vice ministro dei Trasporti dello Zimbabwe Fortune Chasi, la vice ministra per Ambiente e Turismo della Namibia Bernadette Jagger e il sindaco di Johannesburg Herman Mashaba.

“L’interscambio commerciale tra Italia e Sudafrica ha raggiunto, a luglio 2018, secondo i dati sudafricani, i 2,17 miliardi di dollari, crescendo dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2017, anno in cui l’interscambio è cresciuto del 20%” ,ha detto l’ambasciatore Donnici. L’ambasciatore ha poi sottolineato che “si tratta di un commercio complementare, fatto essenzialmente di prodotti intermedi e di investimento, un commercio che rafforza le rispettive catene del valore e che rende più forti le economie italiana e sudafricana.”

Il vice ministro Fioramonti, profondo conoscitore della realtà sudafricana, ha sottolineato l’importanza che avranno nel prossimo futuro la ricerca universitaria e le sue applicazioni tecnologiche. In questo quadro ha ricordato il ricorrere del 20° anniversario dell’Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Italia e Sudafrica, che ha già dato ottimi risultati e che il vice ministro intende rafforzare anche grazie agli incontri che in questi giorni sta avendo con le controparti sudafricane. Il vice ministro ha poi ricordato la forte collaborazione tra Italia e Sudafrica per la realizzazione dello Square Kilometer Array (SKA), progetto di grande importanza scientifica e industriale cui partecipano 12 Paesi. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes