direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Genova cerimonia in ricordo dei 1500 operai deportati a Mauthausen

MEMORIA

 

 

GENOVA – Cerimonia a Genova Sestri Ponente in occasione del 74° anniversario della deportazione nazifascista a Mauthausen di quasi  1500 operai dalle fabbriche genovesi San Giorgio, Ansaldo, Siac e Piaggio (16 giugno 1944). La cerimonia, che si è tenuta sabato in piazza Baracca, è stata organizzata dal Comitato permanente della Resistenza della provincia di Genova .

Alla commemorazione ha partecipato in rappresentanza dell’Assemblea legislativa della Liguria, il capogruppo del Pd Giovanni Lunardon. Il consigliere ha ricordato che “la resistenza degli operai genovesi fu un tassello fondamentale nella storia che portò Genova a liberarsi da sola. Qui la Resistenza – ha aggiunto  Lunardon – non fu un fatto di minoranze illuminate. Fu un grande movimento di popolo che coinvolse una grande parte degli oltre 50mila operai allora presenti nelle fabbriche genovesi”. “La Liberazione di Genova – ha sottolineato  Lunardon –  deve molto ai suoi operai che, salvando mezzi e apparati produttivi, consentirono anche la ripartenza della Città nell’immediato dopo guerra. Tutto questo ci dice molto ancora oggi. Se si vuole essere all’altezza dei valori della Resistenza  non bisogna mai dimenticare che la lotta per la democrazia va di pari passo con la difesa dei diritti dei lavoratori, dei più deboli, dei più poveri, senza distinzione di genere, etnia o religione. Libertà, uguaglianza e riscatto sociale – ha concluso Lunardon – sono i pilastri della nostra Costituzione nata dalla Resistenza. La lotta degli operai genovesi non è stata vana. Sta a noi seguirne l’esempio”.(Inform)

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes