direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Francesco Morfuni la borsa di studio UCL per uno studente di ingegneria residente nelle zone dell’Italia centrale colpite dal sisma del 2016

RETE DIPLOMATICA

Cofinanziata dal University College London e dall’Ambasciata d’Italia a Londra

Ambasciatore Terracciano: la cooperazione tra istituzioni italiane e britanniche rappresenta un forte segnale di unione tra le comunità accademiche dei due Paesi

LONDRA – Grazie al cofinanziamento da parte del University College London (UCL) e dell’Ambasciata d’Italia a Londra, che ha ricevuto una donazione dall’Università degli Studi Niccolò Cusano, è stata creata una borsa di studio di un anno che consentirà ad uno studente universitario italiano di frequentare il MSc in Earthquake Engineering with Disaster, presso la Facoltà di Scienze Ingegneristiche di UCL. In seguito ad una attenta selezione dei candidati effettuata da UCL, è stato decretato vincitore lo studente di ingegneria Francesco Morfuni, laureatosi all’Università di Roma “La Sapienza”, al quale è stata presentata la borsa di studio. L’ambasciatore d’Italia a Londra Pasquale Terracciano, il professor Roberto di Lauro, addetto scientifico dell’Ambasciata d’Italia a Londra, hanno presenziato alla cerimonia di consegna della borsa studio presso il campus di UCL, assieme ad alcuni rappresentanti dell’ateneo londinese che ospiterà lo studente vincitore. Hanno partecipato all’evento i rappresentanti di UCL direttamente coinvolti nel programma, tra cui il prof. David Price, Vice Provost per la Ricerca , il prof. Nigel Titchener-Hooker, rettore della Facoltà di Ingegneria, i docenti Dina D’Ayala, Head of Civil Engineering e Carmine Galasso, director of Studies del Master d’Ingegneria sismica. In rappresentanza dell’Università Niccolo Cusano erano presenti il Rettore Franco Orsucci e il prof. Mauro Ciccolini, responsabile del campus londinese dell’ateneo italiano.

Durante il suo intervento di apertura, l’ambasciatore Terracciano ha sottolineato come la cooperazione tra istituzioni italiane – l’Istituto Italiano di Cultura a Londra ha altresì collaborato per rendere possibile l’offerta della borsa di studio – e britanniche rappresenti un forte segnale di unione tra le comunità accademiche dei due Paesi. L’ambasciatore ha inoltre ricordato che la costituzione di tale borsa di studio costituisce un ulteriore passo a seguito delle precedenti iniziative intraprese a favore di chi è stato colpito dai terremoti in Italia centrale, tra cui si ricordano gli eventi di beneficenza organizzati dall’Ambasciata che hanno raccolto donazioni per un ammontare di oltre £1 milione. Durante l’incontro a UCL, i partecipanti hanno riconosciuto l’importanza della borsa di studio quale passaggio vitale per il sostegno della formazione di giovani studenti e quale passo ulteriore per la ricostruzione, non solo fisica, ma anche culturale delle zone terremotate. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes